domenica 2 ottobre

Festa dell'Oratorio!

Clicca sull'immagine per scoprire il programma completo!


Domenica 25 Settembre

Santa Messa ore 10:00

Ricorda di ISCRIVERTI al nostro canale YouTube "Sacra Famiglia Cinisello"

per non perderti tutti gli aggiornamenti.

Grazie!



TI ASPETTIAMO!

ASD San Marco

Pronti per nuova stagione? Ti aspettiamo in oratorio! Per chi volesse effettuare delle prove, qui potete trovare i giorni di inizio e ripresa degli allenamenti. Dalle 18:00 in poi troverai sempre qualcuno in oratorio che ti darà qualsiasi informazione. Forza San Marco!

Prosegue anche la collaborazione con la società A.C.Renate femminile. CLICCA QUI per avere tutte le info!


1ª 2ª 3ª media

Riprende il cammino dei PreAdo


volontari

Apertura dell'oratorio

Per consentirne l'apertura anche in altri orari è necessario garantire la presenza a turno di 2 persone. Siamo alla ricerca di volontari. Chi può rendersi disponibile anche solo per poche ore si rivolga a don Giovanni.

Al di fuori delle attività sportive e di catechesi, in questo periodo l'oratorio resta aperto il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 19.00


don valery

Missionario della gioia del Vangelo dalla mia sedia a rotelle

La testimonianza portata durante l'ultima veglia missionaria da don Valery. “Mi piace pensare che anche i più deboli possono essere missionari, perché bisogna sempre permettere che il bene venga comunicato anche se esiste accanto a molta fragilità”

Trovi qui di seguito un articolo sulla testimonianza di don Valery durante l'ultima Veglia Missionaria in Duomo, lo scorso ottobre. In alternativa puoi rivedere la testimonianza cliccando sul link che trovi di seguito:

 

LEGGI L' ARITICOLO COMPLETO

RIVEDI IL VIDEO DELLA TESTIMONIANZA


12 maggio 2020

Lettera del parroco alla comunità

Carissimi parrocchiani, 

è tanto che non ci sentiamo! Come forse avrete compreso, non ho molta dimestichezza con i video e le chat, e in questi mesi sono riuscito a raggiungervi quasi esclusivamente con la preghiera: ma adesso che sembra vicino il momento in cui possiamo riprendere a ritrovarci, vorrei rivolgervi alcune considerazioni e mettervi al corrente di alcune situazioni che riguardano la vita della Comunità.

A partire dal prossimo 18 maggio potremo riprendere a celebrare insieme la Messa, ma dovremo attenerci a precise indicazioni: distanziamento, mascherine, posti limitati, e questo renderà ancora impossibili quei gesti che esprimono il nostro sentirci una famiglia, come il sedere l’uno accanto all’altro, salutarci con un abbraccio, fermarci sul sagrato a scambiare qualche parola, scendere per prendere insieme un caffè al bar. Potremo andare a Messa, ma non sappiamo quando sarà possibile celebrare in modo festoso i Battesimi, i Matrimoni, le Prime Comunioni, le Cresime… Così come non possiamo formulare ipotesi precise su quando potremo riprendere gli altri aspetti della vita comunitaria: quando aprirà l’Oratorio? E gli allenamenti? Quando potremo tornare ad ascoltare a Messa il coretto, il nostro coro? Quando si potrà tornare a riunire i gruppi, a giocare sui campi di calcio, a pranzare e cenare insieme? Quando riaprirà il Bar?

In questa situazione, siamo invitati alla “prudenza e all’obbedienza alle disposizioni” come ci ha indicato il Papa, e mentre - saldi nella preghiera - custodiamo il desiderio di tornare pienamente a una vita di comunità che possa ancor più di prima esprimersi in una vera e concreta familiarità, avvertiamo la responsabilità di cogliere in pieno tutte le occasioni “virtuali” ma non per questo meno sostanziali, che ci vengono offerte per continuare, anche in questa emergenza, a sentirci Chiesa.

In tal senso, ringrazio don Simone che con l’abilità con cui si serve delle tecniche più avanzate, ha saputo creare molte occasioni per “rompere l’isolamento” e portare la presenza della Chiesa in tante case, ai ragazzi, alle famiglie…

Così come ringrazio tutti quelli che non hanno smesso di svolgere i propri servizi: le catechiste che si sono impegnate a tenere i contatti con i loro ragazzi, gli appartenenti ai vari gruppi che hanno continuato a sentirsi su whatsapp, e i volontari che hanno continuato a garantire la pulizia della chiesa e la manutenzione del “verde”. Un grazie particolare va poi alle operatrici della Caritas, che in questi mesi, a fronte delle nuove situazioni di difficoltà e di povertà originate da questa emergenza, lavorando “da casa”, sono riuscite a non far mancare aiuti concreti a tante famiglie.  Ringrazio infine anche i tanti - a cominciare dai Consiglieri Pastorali e degli Affari economici, ma non solo, che mi hanno telefonato e incoraggiato.  Del contributo che avete dato direttamente o indirettamente per sostenere la Comunità, il Signore ve ne darà merito.

Essendo la Parrocchia una famiglia, è però mio dovere mettervi al corrente anche della nostra situazione pastorale e di quella economica.

La situazione pastorale, è ancora in sospeso: l’unica percezione che ho è che, al termine di questa emergenza, saremo chiamati a dare maggior impulso alla già avviata riflessione sul come rivedere le modalità con cui annunciare il Vangelo, con l’obiettivo di rendere maggiormente protagonista il ruolo dei laici e la collaborazione tra le parrocchie.

Vi è poi la situazione economica.  L’interruzione di ogni attività ha determinato il venir meno di quasi tutte le entrate: a fronte di una entrata settimanale media di circa 2.500 € (rappresentata da candele, offerte della Messa e delle intenzioni, entrate del Bar e dei Campi di calcio), dal 24 febbraio nelle casse della Parrocchia sono entrati solo 1.500 €, grazie alle offerte per le candele e a quelle per la benedizione dei defunti.

Non sono però venute meno le spese: in particolare il gas, la luce e l’Assicurazione, hanno fatto sì che da un attivo medio di 13.000 €, siamo passati a un importo passivo di pari entità. La Diocesi ci ha autorizzato ad aumentare l’apertura di credito fino a 40.000 €, ma nonostante ciò, sentito il Parere del Consiglio per gli Affari Economici, mi permetto di chiedere a voi di continuare a sostenere la comunità con anche una piccola offerta.

Potete contribuire, nella misura che vi è permessa e che normalmente già date, anche tramite bonifico bancario utilizzando l’IBAN qui riportato

 

IT65R0521632930000000000325

 

Nei prossimi giorni, comunicheremo le modalità di accesso alla chiesa per la partecipazione alle SS. Messe a partire da lunedì 18.

Nell’attesa di ritrovarci, vi ringrazio per l’attenzione e affido la nostra Comunità alla intercessione di Maria che in questi giorni invochiamo con particolare insistenza.

don Giovanni


Celebrazione dei Sacramenti

Le bomboniere della Sacra

La nostra parrocchia propone l'acquisto delle bomboniere in occasione della celebrazione dei sacramenti del Battesimo, della prima Comunione e della Cresima, per la laurea o altre occasioni. Potete scegliere il modello ed effettuare la prenotazione esclusivamente online compilando il modulo nella pagina dedicata. Il ricavato andrà a sostegno delle opere parrocchiali, in particolare nella cura degli ambienti dedicati ai ragazzi in oratorio. Vai alla pagina dedicata